Rilascio certificati anagrafici

Informazioni per sapere come richiedere i certificati anagrafici

Descrizione:

Ai sensi del DPR 445/2000 si definisce "certificato" il documento rilasciato da una Amministrazione pubblica avente funzione di ricognizione, riproduzione o partecipazione a terzi di stati, qualità personali e fatti contenuti in albi, elenchi o registri pubblici o comunque accertati da soggetti titolari di funzioni pubbliche (art.1 lett. f).

I certificati anagrafici attestano i dati contenuti nell'anagrafe della popolazione residente nel Comune.

Con l'art.30/bis del Decreto Legge 76/2020 (convertito nella Legge 120/2020) recante “Misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale”, sono stati modificati gli artt. 2 e 71 del DPR 445/2000, estendendo l'utilizzo delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni (c.d. Autocertificazioni) anche nei rapporti con i privati oltre che con le pubbliche amministrazioni e i gestori di pubblici servizi. Ciò significa che i soggetti privati (quali ad esempio banche, notai, assicurazioni, avvocati ecc...), hanno l'”obbligo” e non più solo la facoltà di accettare tali autocertificazioni, potendo richiedere alle pubbliche amministrazioni di verificare la veridicità del loro contenuto (vedi apposito modulo di richiesta nella sezione modulistica).

Qualora sia comunque necessario ottenere un certificato anagrafico poiché non è possibile ottenere le informazioni necessarie tramite autocertificazioni, (es. richieste di certificati di residenza da parte di studi legali o di istituti di recupero crediti ecc...), si ricorda che tutte le certificazioni anagrafiche sono soggette all'imposta di bollo fin dall'origine, salvo specifica esenzione prevista dalla legge.

E' obbligo dell'interessato, al momento della presentazione della richiesta, indicare con precisione l'uso a cui il certificato è destinato e indicare la fonte normativa che ne prevede l'eventuale esenzione dal bollo.

Con l'entrata in vigore dell'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), possono essere richiesti certificati anagrafici riguardanti anche soggetti non residenti nel Comune purché il loro Comune di residenza abbia già aderito all'ANPR.

Il regolamento UE n.1191 del 06/07/2016 ha introdotto novità riguardanti i certificati anagrafici e di stato civile, che il cittadino deve presentare presso uffici pubblici o privati di Stati appartenenti all'Unione Europea.

Tali certificati non possono essere sostituiti dall'autocertificazione e per valere all'estero dovrebbero essere tradotti e legalizzati; al fine della semplificazione amministrativa nei rapporti tra gli stati membri dell'UE, si è previsto un  sistema di modelli “plurilingue” da allegare ai certificati rilasciati che servono come traduzione degli stessi. Inoltre, il certificato rilasciato ai sensi del detto regolamento, non necessita di legalizzazione o di apostille.

Resta fermo il regime di assoggettamento all'imposta di bollo.

Modalità della richiesta

L'utilizzo dell'autocertificazione anche nei rapporti coi privati, evita al cittadino di doversi recare all'Ufficio Servizi Demografici, potendo essere redatta in maniera autonoma anche utilizzando i moduli presenti:

I privati che necessitano di verificare le autocertificazioni, devono inviare la richiesta tramite posta elettronica (vedi modulistica), allegando copia dell'autocertificazione che devono verificare e un documento di identità del richiedente.

Negli altri casi la richiesta di certificato può pervenire:

  • direttamente allo Sportello Anagrafe del Comune dietro compilazione di apposito modulo indicando le motivazioni della richiesta e la norma che ne prevede l'eventuale esenzione;
  • mediante posta ordinaria o raccomandata.

Dovrà essere inviato l'apposito modulo di richiesta compilato (indicando l'eventuale motivo di esenzione dal bollo) e allegando copia del documento di identità.

Devono essere allegati la marca da bollo e i diritti di segretaria se dovuti.

Per poter ricevere la certificazione al proprio indirizzo deve essere fatta pervenire anche una busta preaffrancata e preindirizzata oppure può essere richiesto l'invio tramite posta elettronica.

  • per posta elettronica o Posta Elettronica Certificata (PEC).

Questa modalità può essere utilizzata solo per le certificazioni richieste in esenzione di bollo.

Dovrà essere inviato l'apposito modulo di richiesta compilato indicando il motivo di esenzione dal bollo e allegando copia del documento di identità.

Il certificato sarà inviato con lo stesso mezzo salvo diversa indicazione del richiedente (per l'invio dell'originale tramite posta ordinaria inviare busta preaffrancata).

Requisiti del richiedente:

Chiunque ne abbia interesse.

Documentazione da presentare:

AUTOCERTIFICAZIONE

Nessuna per l'autocertificazione che verrà presentata direttamente dall'interessato a chi ha richiesto il certificato.

I privati per la verifica delle autocertificazioni:

  • richiesta;
  • copia dell'autocertificazione che devono verificare;
  • documento di identità del richiedente.

CERTIFICATI ANAGRAFICI

  • Richiesta scritta e motivata;
  • documento di identità del richiedente (obbligatorio perché richiesto dal sistema di emissione delle certificazioni);
  • eventuale marca da bollo e diritti di segreteria.

Tempi di rilascio:

AUTOCERTIFICAZIONE

Nessuno per l'autocertificazione.

CERTIFICATI ANAGRAFICI

Negli altri casi, se la richiesta è fatta di persona allo sportello, il rilascio del certificato è immediato, altrimenti avverrà entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta.

Costi:

AUTOCERTIFICAZIONE

Nessuno

CERTIFICATI ANAGRAFICI

  • Marca da bollo da € 16,00 e € 0,52 per diritti di segreteria.
  • se la certificazione è richiesta in esenzione dal bollo, il pagamento dei diritti di segreteria pari a € 0,26.

Solo per le richieste di certificazione in esenzione dal bollo pervenuta tramite posta elettronica, NON sono dovuti i diritti di segreteria.

A chi rivolgersi

Servizi Demografici

Ufficio Servizi-Demografici
Area Area Demografici e Sistema Informatico
Responsabile Barbara Giorgi
Indirizzo Piazza Vittorio Emanuele II°, n. 53 Piano Terra
Telefono 0587 758429
Fax 0587 758428
Email anagrafe@comune.bientina.pi.it
PEC demografici.bientina@legalmail.it
Personale
Personale
Addetto Telefono Email
(Responsabile) Barbara Giorgi 0587 758430
Graziana Gozzoli 0587 758459
Veronica Ferrucci 0587 758429
reperibilità (solo per denunce di morte - stato civile) 339 2281246
Apertura al pubblico
Apertura al pubblico
Giorno Mattino Pomeriggio
Martedì 08:30 - 13:00 15:30 - 17:30
Giovedì 08:30 - 13:00
Competenze

 

Stato Civile:

 

Anagrafe:

 

Ufficio Leva:

Ufficio Elettorale:

 

Polizia Mortuaria:

 

Toponomastica:

 

Banche dati:

Modulistica
Modulistica
  DOC34,8K Certificati Anagrafici - Richiesta di rilascio certificati anagrafici

  PDF100,7K Certificati Anagrafici - Richiesta di rilascio certificati anagrafici

  ODT16,5K Certificati Anagrafici - Richiesta verifica dati autocertificazione da parte di privati

  PDF63,7K Certificati Anagrafici - Richiesta verifica dati autocertificazione da parte di privati

torna all'inizio del contenuto