Accesso agli Atti e ai Documenti amministrativi

Informazioni inerenti l'accesso alle pratiche del Servizio Pianificazione e Governo del Territorio

Descrizione:

Ai sensi dell’art. 22, comma 1, della legge n. 241/1990 è possibile chiedere l’esercizio del diritto di accesso agli atti.

La possibilità di presentare istanza di accesso agli atti amministrativi spetta a qualsiasi soggetto privato (quindi a tutti i cittadini), compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi (associazioni di categoria, enti pubblici, ecc.), a condizione che abbia un interesse diretto, concreto ed attuale rispetto a ciò per cui chiede di essere informato. In tal senso l’accesso documentale deve essere motivato.

La richiesta può essere solo per presa visione e/o estrazione di copia di atti e documenti amministrativi.

È considerato documento amministrativo ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni, formati dalle pubbliche amministrazioni o comunque utilizzati ai fini dell'attività amministrativa.

Possono opporsi eventuali “controinteressati”, ossia i soggetti, individuati o facilmente individuabili in base alla natura del documento richiesto, che dall’esercizio dell’accesso vedrebbero compromesso il loro diritto alla riservatezza.

La richiesta è redatta su apposita modulistica reperibile sul sito del Comune, presso l’URP o formulando domanda scritta in maniera autonoma e in carta libera per la visione o l'estrazione di copie non autenticate. Nel caso in cui sia richiesta una copia conforme all’originale la domanda deve essere in bollo.

E’ previsto inoltre l’accesso civico generalizzato (art.5, comma 2 e ss. del D.Lgs. n.33/2013) ai dati e ai documenti detenuti dalla pubblica amministrazione, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del D.lgs. n.33/2013, finalizzato a forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e alla promozione della partecipazione al dibattito pubblico. Per tale forma di accesso l'istante non deve motivare la propria richiesta.

L’art. 5, comma 5, D.lgs. n. 33/2013 prevede che, per ciascuna istanza di accesso civico generalizzato, l’amministrazione debba verificare l’eventuale esistenza di controinteressati i quali potrebbero vedere pregiudicati loro interessi coincidenti con quelli indicati dal comma 2 dell’art. 5-bis (protezione dei dati personali, libertà e segretezza della corrispondenza, interessi economici e commerciali).

Modalità della richiesta

La richiesta deve pervenire tramite l'interessato o persona incaricata munita di delega, direttamente all'URP o all'Ufficio Protocollo, a mezzo posta, per Pec, allegando copia del documento di riconoscimento del richiedente.

L’accesso avviene su appuntamento. Il richiedente sarà contattato telefonicamente dall’Ufficio per concordare la data di visione di quanto richiesto.

Requisiti del richiedente:

Essere soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi e avere un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l'accesso.

L'interesse all'accesso deve essere motivato, in quanto dall'individuazione dell'interesse dipende il diritto all'accesso.

Documentazione da presentare:

La richiesta deve essere completa:

  • di dati anagrafici e di riferimenti telefonici del richiedente;
  • deve contenere gli estremi dell'atto di cui si richiede visione, o elementi necessari a una sua celere individuazione;
  • deve riportare la motivazione;
  • deve essere accompagnata da copia del documento di identità del richiedente in corso di validità;
  • deve essere accompagnata da delega laddove necessaria.

Tempi di rilascio:

30 giorni dal deposito della domanda.

L’accesso avviene su appuntamento. Il richiedente sarà contattato telefonicamente dall’Ufficio per concordare la data di visione di quanto richiesto.

Decorsi infruttuosamente 30 gg. la richiesta si intende respinta (art. 25 c. 4 L. 241/90).
Le richieste irregolari o incomplete comportano la riapertura dei termini del procedimento di 30 giorni, a partire dalla presentazione della richiesta perfezionata.

Costi:

La consultazione degli atti è soggetta al pagamento dei diritti di visura così come previsto dalla Delibera di Giunta Comunale n. 6 del 16/01/2018 (codice N/2, N/3).

Per il rilascio di copie il costo è commisurato alle spese di riproduzione, salve le disposizioni in materia di bollo, come previsto della Delibera di Giunta Comunale n. 16 del 30/01/2018.

E’ possibile effettuare il pagamento:

  • presso la Banca di Credito Cooperativo Banca di Pisa e Fornacette - TESORERIA COMUNALE sita in via del Vecchio Porto n. 14, Bientina - IBAN IT70 W085 6270 9100 0003 0005 011;

  • effettuando versamento su conto corrente postale n. 143560, intestato a "Comune di Bientina - servizio di Tesoreria";

  • presso l’Ufficio Edilizia tramite bancomat.

A chi rivolgersi

Pianificazione e Governo del Territorio

Ufficio Pianificazione-e-Governo-del-Territorio
Area Area Tecnica
Responsabile Dott. Arch. Giancarlo Montanelli
Indirizzo Piazza Vittorio Emanuele II°, n. 53 Piano Secondo
Telefono 0587 758435
Fax 0587 758428
Email pianificazione@comune.bientina.pi.it
PEC comune.bientina.pi.it@cert.legalmail.it
Personale
Personale
Addetto Telefono Email
(Responsabile) Dott. Arch. Giancarlo Montanelli 0587 758443 g.montanelli@comune.bientina.pi.it
Dott. Ing. Alessandra Frediani 0587 758435
Barbara Scaringella 0587 758458
Geom. Daniele Luchetti 0587 758446
Apertura al pubblico
Apertura al pubblico
Giorno Mattino Pomeriggio
Martedì 09:00 - 13:00 15:30 - 17:30
Giovedì 09:00 - 13:00
Venerdì 09:00 - 13:00 (su appuntamento tramite richiesta email)
Competenze
Modulistica
Modulistica
  DOC411,1K Modulo per l'istanza di accesso ad atti e documenti amministrativi.doc

  PDF149,7K Modulo per l'istanza di accesso ad atti e documenti amministrativi.pdf

torna all'inizio del contenuto