©2010 Comune di Bientina (PI) - Tutti i diritti riservati

sei in:  Notizie e Comunicati Stampa  -  Istituzionali  -  Buono Spesa Salute
1 agosto 2014

Buono Spesa Salute

immagine buono spesa salute
Cos’è il “buono spesa salute”
Il “buono spesa salute” è un sistema che garantisce ai cittadini l’accesso tempestivo ed economicamente sostenibile, a visite sanitarie specialistiche presso strutture mediche private autorizzate operanti sul territorio comunale.

Il servizio, a carattere sperimentale, sarà realizzato attraverso l’emissione di “buoni spesa salute” da parte del Comune in favore di destinatari specifici.
I “buoni spesa salute” garantiranno la parziale copertura del costo di prestazioni specialistiche e diagnostiche ambulatoriali fruite c/o le suddette strutture.

Destinatari e criteri di accesso

Potranno accedere al servizio gli utenti il cui ISEE non sia superiore a € 15.000,00.
L’Amministrazione contribuirà percentualmente al costo della prestazione secondo lo schema di seguito riportato, fino all’importo massimo del “Buono spesa salute” pari a € 100,00 indipendentemente dal costo della prestazione e dalla percentuale di contribuzione.
  
 
Contribuzione Comunaleparametro ISEE utente
20%fra € 10.000,00 e € 15.000,00
35%fra € 7.500,00 e € 9.999,00
50%fra € 5.000,00 e € 7.499,00
65%minore di € 5.000,00
 
 

Modalità di erogazione
I soggetti in possesso dei requisiti previsti, presenteranno istanza, corredata da apposita prescrizione medica, per la richiesta del “buono spesa salute” c/o l’Ufficio Affari Sociali e Casa, indicando altresì la struttura convenzionata liberamente scelta per la fruizione della prestazione.
L’Ufficio provvederà all’istruttoria ed emetterà, a seguito di esito positivo della stessa, il “buono spesa salute” di importo corrispondente alla quota prevista per lo scaglione ISEE di appartenenza dell’utente, calcolato al netto dello sconto del 25% applicato dalla struttura al tariffario base per ogni prestazione.
Il soggetto provvederà a contattare la struttura prescelta, alla quale, al momento di erogazione della prestazione, consegnerà il “buono spesa salute”, che andrà a coprire parte del costo della prestazione, rimanendo a suo carico l’onere della restante parte.
I soggetti potranno beneficiare di una contribuzione massima pari ad € 100,00 a persona massimo per due volte l’anno e di una contribuzione annua pari a complessivamente € 400,00 annue a nucleo familiare.

Strutture mediche convenzionate

Hanno aderito alla convenzione le strutture mediche private autorizzate operanti sul territorio di Bientina e nello specifico:
Centro Medico La Meridiana srl - Piazza Vittorio Emanuele II, 31, Bientina
Centro Medico San Valentino srl - Via Gramsci, Bientina
Centro Riabilitazione e Fisioterapia Ortopedica “ Massimo” sas - Piazza Vittorio Emanuele II, 35, Bientina
Misericordia di Bientina - Piazza Vittorio Emanuele II, 35, Bientina

A chi rivolgersi
I soggetti interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Affari Sociali e Casa presso il Comune di Bientina - Piazza Vittorio Emanuele II, 53, Bientina - tel. 0587/758453 - e-mail: sociale@comune.bientina.pi.it
Potranno, inoltre, rivolgersi al proprio medico di base o alle strutture convenzionate per chiarimenti e/o ulteriori informazioni.
  
  
 
brochure buono spesa salute in formato pdf - 1.4 MB
1.4 MB
BROCHURE BUONO SPESA SALUTE
 
 
Domanda di accesso alle prestazioni e ai servizi sociali in formato doc - 101.0 KB
101.0 KB
MODULO per la domanda di accesso alle prestazioni e ai servizi sociali
 
 

In un momento dove curarsi può essere per molti difficoltoso a causa di questa congiuntura economica, una delle peggiori di sempre, l'Amministrazione Comunale di Bientina ha messo in piedi un progetto per rendere più facile, anche e soprattutto dal punto di vista economico, l'accesso alle cure mediche.

Non si può rimanere fermi ma cercare di trovare soluzioni sostenibili non tanto per risolvere “tutti i problemi” ma per alleviare le difficoltà, per far sentire meno solo il cittadino.

Siamo ben consapevoli che questo può essere solo un palliativo o poca cosa rispetto alle difficoltà che ormai quasi tutti noi stiamo attraversando ma è pur sempre qualcosa. Un sasso nello stagno, un progetto che può crescere, un idea che può funzionare, un esempio che può essere seguito e migliorato, insomma stare fermi sarebbe stato indietreggiare, essere supini, essere indolenti. Non so dove arriveremo con questo progetto e gli altri posti in essere in questi ultimi anni, ma sicuramente ad alcuni di noi abbiamo risolto e risolveremo un po' di problemi.

1. in tempi di crisi anche curarsi è un lusso e noi vogliamo aiutare i nostri cittadini a curarsi

2. scegliere uno studio vicino permette di risparmiare sui costi di trasporto sociale

3. scegliere uno studio vicino a casa permette di sentirsi a proprio agio e non in balia di ambienti che alcune volte intimidiscono, specialmente anziani, bambini, e categorie svantaggiate

4. i familiari non sono costretti a prendere ore o giorni di ferie o di permesso in quanto il cittadino si ritrova con persone e ambienti spesso conosciuti e comunque vicini

5. i tempi di attesa sono ridotti a 48 ore massimo dalla presentazione della prescrizione all'Ufficio Sociale

Curarsi è un diritto, vogliamo aiutare la Sanità pubblica, e soprattutto aiutare quei cittadini che non si possono permettere visite specialistiche.

Se solo riuscissimo a salvare una vita umana per aver diagnosticato in tempo una malattia questo progetto avrà fatto centro.


   Il Sindaco
Corrado Guidi